JBL L52 piccole dimensioni che regalano emozioni

JBL L52 piccole dimensioni che regalano emozioni

4th GENERAZIONE BOWERS & WILKINS SERIE 800 Lettura JBL L52 piccole dimensioni che regalano emozioni 3 minuti Prossimo All in one di Audiolab : OMNIA

La storia di JBL è lunga ben 75 anni, nei quali il costruttore americano non ha mai deluso i suoi appassionati. Prodotti ad alta efficienza, con grande carattere e che hanno fatto sognare intere generazioni. La Serie Classic si ispira alle primogenite 4310 di inizio anni ’70, concepite come monitor per studi di registrazione e che divennero, con alcune sostanziali modifiche, la prima versione delle L-100: ne erano, in sostanza, la versione Hi-Fi. Ebbero il più grande successo commerciale mai registrato per un diffusore, con 125.000 coppie vendute solo nel primo anno di commercializzazione. Nei 30 anni che le separano dai giorni nostri, molte sono state le versioni di L-100, che hanno fondamentalmente assorbito le evoluzioni tecnologiche e dei materiali, ma senza mai perdere la loro caratteristica sonica, rimasta praticamente invariata. Migliorate in tutti i parametri elettrici, primo tra tutti la risposta temporale, ma senza mai perdere l’esclusivo pedigree e timbro sonico. Alle L-100 si sono affiancate, oramai qualche anno fa, le L-82, due vie di medie dimensioni con woofer da 20 cm, sonicamente simili, ma più adatte ad ambienti compatti e con un eccellente rapporto qualità/prezzo, costando circa la metà dei “cugini ricchi” L-100. Pallino di JBL era però realizzare un diffusore di dimensioni molto compatte, dal costo contenuto, e che potesse soddisfare le esigenze di chi ha poco spazio o un budget limitato, ma non vuole rinunciare al sound-feeling di JBL.
Si chiamano L52 Classic, e per il loro concepimento ci sono voluti molti anni e tanta ricerca. In capo al woofer, in particolare, il JW135PW-4, un 13cm che non doveva nella maniera più assoluta tradire da una parte i parametri d’efficienza, dall’altra quelli di velocità e di una discesa in frequenza la più profonda possibile, compatibilmente con i volumi e i calibri in gioco. Il piccolo miracolo è stato compiuto, con un componente relativamente tradizionale, nel solco di JBL, ma ad alta escursione e bobina mobile in alluminio con sezione rettangolare. 85 dB di efficienza con 4 ohm di impedenza e un filtro molto semplice con taglio a 2,8 kHz a raggiungere il tweeter con cupola in titanio da 2cm  già a bordo degli altri modelli della Serie Classic, L100 Classic e L82 Classic. Presente -come da tradizione- il controllo di livello del tweeter, molto utile laddove si voglia attenuare leggermente la sola emissione della parte alta dello spettro.
Il suono è quello caratteristico di JBL, nonostante le dimensioni, piuttosto generose per essere un diffusore con woofer da 13 cm, ma comunque compatte. Se ne giova la risposta in frequenza, anche grazie all’accordo in bass-reflex, che si estende fino a 47 Hz.
Bellissime le griglie Quadrex, disponibili in 3 colori diversi, come del resto per tutta la Serie Classic. Oltre a blu o nera, l’esclusivo arancione, che dona alle L-52 un look vintage molto esclusivo.